Caffè, alleato contro le recidive del cancro al seno

Bere caffè potrebbe essere, oltre che un rito quotidiano gustoso, anche un’abitudine salutare. Infatti, consumare regolarmente caffè potrebbe ridurre il rischio di recidiva nelle pazienti già colpite da cancro al seno. In particolare, l’efficacia terapeutica del caffè si esprimerebbe al meglio in associazione a un farmaco, il Tamoxifene, cioè la terapia ormonale comunemente prescritta dopo un intervento per carcinoma mammario. La scoperta è di un gruppo di ricercatori dell’Università di Lund, in Svezia, che ha condotto uno studio in materia, recentemente pubblicato sulle pagine della rivista Cancer Causes & Control.

Gli esperti svedesi hanno seguito più di 600 pazienti per circa cinque anni, 300 delle quali in cura con il Tamoxifene. La natura del legame evidenziato tra il consumo di caffè e la diminuzione del rischio di recidiva del tumore al seno è ancora da chiarire. “Una delle teorie a cui stiamo lavorando è che il caffè sia in grado di attivare il Tamoxifene e di renderlo più efficace”, ha osservato la ricercatrice dell’ateneo svedese, Maria Simonsson.  

Leggi anche:

Scrivi un commento