Cinque nuove aziende entrano in Inei, l’associazione dell’espresso italiano certificato

Sono cinque le nuove aziende dell’Istituto Nazionale Espresso Italiano che ora conta 42 associati con un fatturato globale di circa 700 milioni di euro. 

Sono cinque le nuove aziende che hanno aderito all’Istituto Nazionale Espresso Italiano (Inei): i torrefattori Mokador e Dgm, i costruttori di macchine per espresso Franke e Bfc e l’organizzatore di fiere Koelnmesse. Inei conta quindi ora 42 aziende associate che sviluppano un fatturato complessivo di circa 700 milioni di euro.
 
Mokador nasce a Faenza nel 1967 e ancora oggi la proprietà è nelle mani della famiglia Castellari, l’azienda è titolare inoltre dei marchi Sacao e Caffè Gualtieri. Dgm inizia a operare ad Ancona nel 1987 e la proprietà è detenuta dalla famiglia Di Giampaolo.
 
“Sia Mokador che Dgm vanno a rafforzare la nostra presenza su Romagna e Marche – ha commentato Paolo Nadalet, presidente Inei – Ciò ci permetterà di divulgare con maggiore vigore il messaggio dell’Espresso Italiano Certificato che è alla base dell’attività dell’Istituto Nazionale Espresso Italiano”.
 
Entra in Inei anche Bfc, produttore di macchine per caffè che opera anche con il marchio Royal. L’azienda ha un organico di 75 addetti, produce 10.000 macchine l’anno, esportandone l’80%. Sempre nel ramo macchine per caffè è da registrare l’ingresso in Inei anche di Franke, attiva nella vendita di sistemi per il caffè, tra cui macchine per espresso.
 
“L’ingresso di Bfc e Franke rafforza la nostra presenza nel settore macchine per espresso – ha continuato Nadalet – Questo ci consente di acquisire una visione ancora più globale”.
 
Si unisce alla compagine di Inei come nuovo socio sostenitore la filiale italiana di Koelnmesse, in rappresentanza della casa madre tedesca, una delle maggiori organizzazioni di manifestazioni fieristiche al mondo con oltre 80 fiere l’anno e il quinto più grande comprensorio fieristico al mondo.
 
“Nel 2015 avevamo registrato l’ingresso nella categoria dei soci sostenitori di Fiera Milano Media, leader nella stampa specializzata destinata al settore Horeca, e di Best Coffee, importatore e distributore di caffè verde di altissima qualità – ha commentato Luigi Odello, segretario generale Inei – L’ingresso di Koelnmesse ci permette di ragionare su nuove possibilità di visibilità per l’espresso italiano, a partire dalla possibilità di sviluppare insieme il Cologne Coffee Forum nel 2017”.
 

Leggi anche:

Scrivi un commento