Nasce G Academy l’accademia interattiva sul caffè italiano

Un luogo in cui fare scorrere la conoscenza tra le persone, questa è la nuova G Academy nata da un’idea de La Genovese, azienda socia dell’Istituto Espresso Italiano (IEI). Ce la presenta Matteo Borea, AST e responsabile della formazione di La G Academy.

 
Perché è importante per dei torrefattori creare un’Academy sul caffè in Liguria?
La formazione gioca un ruolo fondamentale nel mercato del caffè.
Per molti anni La Genovese si è impegnata a investire sulla formazione dei propri clienti, ma anche degli studenti degli istituti professionali. Il nostro legame con il territorio da questo punto di vista è molto forte.
Oggi abbiamo deciso di fare un passo in più: promuovere e tramandare la cultura del buon caffè rivolgendoci sia a chi lo vuole degustare correttamente apprezzandone ogni sfumatura, sia a chi già possiede o vuole avviare un’attività nella quale il caffè sia protagonista.
La G Academy, nasce con il proposito di essere un luogo di condivisione dei saperi, una "struttura di appoggio" per tutti coloro che vogliono approfondire le proprie conoscenze sul caffè, indipendentemente dalla torrefazione con cui lavorano o del caffè che acquistano.
 
A chi si rivolge l’accademia?
Ci occuperemo di espresso italiano, naturalmente, di ricerca e sviluppo di nuovi prodotti e dei metodi di estrazione nel quale scambiarsi conoscenza sul caffè a 360°.
Il mercato italiano ha urgente bisogno di professionalità e competenza per valorizzare e tutelare tutta la filiera del caffè, ma sappiamo bene che il mestiere del barista, soprattutto in Italia, è molto impegnativo e che il tempo a disposizione è sempre poco. Per questo proponiamo anche una formula "a domicilio" per formare i baristi e i loro dipendenti direttamente nel loro locale durante il regolare servizio.
Il mercato oggi ha bisogno di idee nuove. L’obiettivo de La G Academy è riuscire a creare sinergie con tutte le torrefazioni che lo desiderano, soprattutto quelle del nostro territorio, per migliorare ciascuna il proprio prodotto e riuscire a offrire al cliente finale un servizio migliore. Vogliamo creare un luogo dove ognuno possa portare il proprio know-how e condividerlo con tutti, senza segreti e senza gelosie. La G Academy vuole essere un nuovo modo di affrontare la formazione dove, al contrario delle scuole e delle academy più prettamente aziendali, non esiste una formazione verticale, calata dall’alto, della torrefazione verso i propri clienti, ma una formazione orizzontale, dove le figure di docenti e discenti si confondono e a volte i ruoli si ribaltano.
 
Presentateci i formatori interni
Tutti i docenti de La G Academy hanno un’importante formazione alle spalle nel loro campo. Io ad esempio, che mi occupo del coordinamento delle attività dell’Academy, sono Espresso Italiano Trainer per lo Iiac e trainer autorizzato Sca. E come tutti qui a La G Academy, continuo a dedicare molto tempo alla mia formazione personale.
Alessandro Borea, oltre alla formazione Iiac e Sca, porta la sua esperienza sia sulla materia prima, sia sulla torrefazione e altri, come Fabrizio Giorgini, animati da una grande passione, ruotano intorno a La G Academy sia come docenti, sia per imparare e sperimentare nuove combinazioni e nuovi metodi di estrazione del caffè.
 
Estenderete l’attività anche all’estero?
Sicuramente sì, anzi abbiamo già in cantiere alcune iniziative. Grazie all’esperienza maturata con La Genovese, che ha puntato molto sul mercato estero, mi sono reso conto di quanto sia importante esportare la cultura del caffè italiano di qualità. Il nostro progetto ci porterà a organizzare corsi e workshop anche all’estero e a ospitare baristi, torrefattori e coffelovers provenienti da ogni parte del mondo, come già accaduto l’anno scorso in occasione della competizione Espresso Italiano Champion, il campionato baristi organizzato dall’Istituto Espresso Italiano (IEI).

Per maggiori informazioni:

https://www.lagenovese.it/la-genovese-coffee-academy/

 

 

Leggi anche:

Scrivi un commento