Prezzo del caffè al bar, Iei risponde a Codacons: «Non idiozie, ma azioni certe per tutelare  un settore strategico per l’economia italiana»

22 maggio 2020
“Idiozie senza senso”. Così il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, aveva risposto all’analisi sui costi della tazzina al bar fatta dall’Istituto Espresso Italiano (34 imprese associate, oltre 700 milioni di euro di fatturato) in replica alla polemica innescata proprio dall’associazione dei consumatori a proposito di “pseudo” rincari esagerati del costo del caffè espresso all’indomani della riapertura dei bar.  L’Istituto Espresso Italiano (IEI)  scrive una lettera aperta indirizzata a Codacons sottolineando alcuni aspetti (leggi la lettera qui).
 
«Abbiamo letto con cura la vostra spiccia analisi del settore del caffè in Italia e, pur con tutta la volontà, ancora non riusciamo ad accettare il vostro punto di vista. Nella vostra replica affermate che “i listini dell’espresso sono bassi per il semplice fatto che in Italia si consumano maggiori tazzine rispetto al resto del mondo”. Vi sfugge, nella vostra nuova veste di analisti del nostro settore, il fatto che ci sono paesi in cui il consumo di caffè è decisamente più alto rispetto all’Italia (basti pensare al Nord Europa, tra l’altro una delle aree europee dove il caffè ha i prezzi più elevati)». Puntualizza il presidente dello IEI, Luigi Morello che prosegue: «Noi ribadiamo la nostra tesi, e lo facciamo in modo sintetico per non portarvi via il tempo che potrete invece investire nel “monitoraggio dei listini” di cui riferite. Essenzialmente crediamo che il barista abbia tutto il diritto a fissare il prezzo del caffè nel suo locale e che tazzine di maggiore qualità debbano essere valorizzate con prezzi adeguati (non accade d’altronde così nel mondo del vino?). Saranno i clienti a valutare il rapporto qualità-prezzo: questa è la forza del libero mercato». Conclude Morello: «Lasciateci inoltre rimarcare che noi difendiamo una categoria, quella del bar, che è in sofferenza e che esercita un ruolo centrale nella socialità e nella cultura nazionale. Una categoria importante tanto per il settore del turismo quanto per il supporto allo stile di vita italiano che esportiamo nel mondo».
Tra le polemiche innescate dal Codacons, prezzi ingiustificati del caffè espresso al bar. Eppure proprio qualche giorno prima della riapertura un sondaggio condotto dall’agenzia internazionale YouGov per conto dell’Istituto Espresso Italiano (Iei) a inizio maggio ha evidenziato la volontà degli italiani di premiare con un prezzo maggiore i baristi che investiranno in qualità migliore e applicheranno con zelo le norme di sicurezza.
 
Il prezzo di una tazzina di Espresso in Europa: l’Italia tra le nazioni meno care. Il prezzo di un espresso in Italia è tra i più bassi in Europa. In Nord Europa si va da 2,36 a 3,00 euro, in Austria e in Germania tra 1,75 e 1,90, in Francia 1,60, in Spagna 1,39, in Russia e in Polonia 1,50 e in Grecia e in Romania 1,30. 
 

Leggi anche:

IEI 25ml: quando spazzolare non basta, con Gianfranco Carubelli

22 maggio 2020

A IEI 25ml Claudia Ferretti, Communications Manager IEI, ha intervistato Gianfranco Carubelli, amministratore delegato di Asachimici Group PulyCaff, che ha parlato di pulizia, compagna imprescindibile al bar, e di come operare per offrire un servizio perfetto.

Guarda il video qui.
 

Leggi anche:

IEI 25ml: puntata straordinaria sulla riapertura dei bar

21 maggio 2020
Appuntamento straordinario di IEI 25ml questa sera sulla riapertura dei bar. In diretta Facebook alle ore 18:00 ne parleranno Luigi Morello, presidente IEI, con l’on. Marina Berlinghieri, Stefano Simeone, capo di gabinetto della Prefettura di Brescia e Alberto Nevola (titolare della caffetteria Tostato dove si sono svolte le prime simulazioni a livello nazionale).
 
 
StayTuned!
 

Leggi anche:

Prezzo del caffè al bar: il Codacons gioca sulla pelle del barista

20 maggio 2020

L’Istituto Espresso Italiano dissente dalle osservazioni mosse dal Codacons in merito all’aumento del prezzo del caffè al bar nella Fase 2.

“E’ un vero e proprio scandalo che commercianti ed esercenti scarichino i mancati guadagni e i maggiori costi legati al coronavirus sui consumatori finali". Così ieri il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, facendo riferimento ad alcune segnalazioni di prezzi dell’espresso al bar alla loro riapertura, aggiungendo inoltre che “speriamo si tratti di situazioni isolate, e che gli esercenti non decidano in massa di ritoccare i listini per rifarsi dei minori guadagni e dei costi di sanificazioni dei locali". L’Istituto Espresso Italiano (Iei) non può condividere questa posizione che ha il sapore di una critica ideologica non tenendo in debita considerazione la congiuntura economica attuale ma, soprattutto, al di là di questa, i fattori che incidono sul prezzo del caffè al bar.

«Rienzi, prima di dire se il caffè è troppo caro dovrebbe informarsi sull’origine del prodotto e sulle le condizioni di servizio – ha affermato Luigi Morello, presidente dell’Istituto Espresso Italiano – visto che in Italia il caffè al banco è storicamente tra i più economici in Europa e il margine sulla tazzina in questi anni si è notevolmente ridotto: parlare di rincari in modo generico è pura demagogia».

«Il problema essenziale è che con un prezzo che non garantisce margini adeguati blocchiamo anche lo sviluppo del settore – ha continuato Morello – Essenzialmente il barista non ha risorse da investire per innovare la propria attività, per formare se stesso e i collaboratori, per fornire un servizio ancora migliore al cliente»

Consumatori disposti a pagare di più. Tra l’altro la posizione del Codacons, seppure supportata da alcune segnalazioni, non trova conferma su base generale: proprio un sondaggio condotto dall’agenzia internazionale YouGov per conto dell’Istituto Espresso Italiano (Iei) a inizio maggio ha evidenziato la volontà degli italiani di premiare con un prezzo maggiore i baristi che investiranno in qualità migliore e applicheranno con zelo le norme di sicurezza.

Il prezzo di una tazzina di Espresso in Europa. Il prezzo di un espresso in Italia è tra i più bassi in Europa. In Nord Europa si va da 2,36 a 3,00 euro, in Austria e in Germania tra 1,75 e 1,90, in Francia 1,60, in Spagna 1,39, in Russia e in Polonia 1,50 e in Grecia e in Romania 1,30.

 

Leggi anche:

IEI 25 ml: quando spazzolare non basta, con Gianfranco Carubelli

18 maggio 2020

Gianfranco Carubelli, amministratore delegato di Asachimici Group PulyCaff, sarà ospite di Claudia Ferretti nella nuova puntata di IEI 25ml su Instagram mercoledì 20 maggio alle 17.30. Si parlerà di pulizia, compagna imprescindibile al bar, e di come operare per offrire un servizio perfetto.

Stay tuned!

Leggi anche:

Come berremo l’espresso italiano? Carlo Odello lo racconta nel webinar di Caffè Excelsior 

13 maggio 2020
Il 15 maggio alle ore 17:30 l’Istituto Espresso Italiano (IEI) sarà presente con il suo Direttore Generale Carlo Odello al webinar di Caffè Excelsior per parlare di "Come berremo l’espresso italiano".
 

Leggi anche:

Il futuro della ristorazione nel webinar di Enaip Lombardia con Luigi Morello 

13 maggio 2020

Il 14 maggio alle ore 17:00 l’Istituto Espresso Italiano (IEI) sarà presente con il suo Presidente Luigi Morello al webinar gratuito di Einap Lombardia dedicato al mondo della ristorazione per parlare di "Intuizioni attorno al futuro della ristorazione."


ISCRIVITI: https://bit.ly/3doOSH8
PARTECIPA: https://bit.ly/2Li9B3c
 

Leggi anche:

IEI 25ml: riapriamo l’acqua. Ne parliamo con Enrico Metti

11 maggio 2020

Enrico Metti, Sales Manager di Brita Italia, azienda socia dell’Istituto Espresso Italiano (IEI), sarà ospite di Claudia Ferretti, Communications Manager IEI, nella nuova puntata di IEI 25ml su Instagram mercoledì 13 maggio alle 17.30. Si parlerà di acqua: tutti i consigli su presente e futuro di questa componente fondamentale dell’espresso al bar.

Stay tuned!

 

Leggi anche:

Ripensare gli spazi per ristoranti e food: questa sera a Open House con Marina Berlinghieri, Luigi Morello e Maurizio Lai

11 maggio 2020

Questa sera, lunedì 11 maggio alle ore 19:00 in diretta su Facebook a Open House di Marina Berlinghieri si parla di spazi per ristorazione e food in questi momenti complicati con Maurizio Lai e Luigi Morello.

Maurizio Lai è architetto (Maurizio Lai Architects), scenografo e designer, progetta per il settore commerciale, turistico e residenziale, secondo una ricerca espressiva originale, dove la luce gioca un ruolo fondamentale (www.laistudio.com).

Luigi Morello è Business Unit Director del Gruppo Cimbali e presidente dell’Istituto espresso italiano (www.inei.coffee).

Leggi anche:

IEI 25ml: come digitalizziamo il bar? Ne parliamo con Matteo Borea

7 maggio 2020
Come si può digitalizzare il proprio bar per rafforzare il rapporto con i clienti e acquisirne di nuovi? Lo racconterà Matteo Borea, responsabile dell’academy de La Genovese, azienda socia dell’Istituto Espresso Italiano (IEI), nella nuova puntata di IEI 25ml in diretta su Instagram venerdì 8 maggio alle 17.30.
Stay tuned!
 

Leggi anche: