Polonia: arriva il sogno americano di Starbucks

dalla corrispondente Elisabetta Wierzchowska *

L’8 aprile è stato inaugurato in una via principale di Varsavia il primo locale della catena Starbucks in Polonia e subito dopo, il 17 aprile, è stata la volta del secondo locale questa volta a Wroclaw, una città di 640.000 abitanti nella Polonia sud-occidentale. Da subito entrambi sono stati presi d’assalto dai giovani, sopratutto allievi delle scuole superiori, che vedono nell’immagine di Starbucks la realizzazione del loro American dream.

Come risulta chiaro dalle interviste i ragazzi considerano questa catena di Seattle un segno positivo della globalizzazione. Molti di loro si accalcano nel locale perché, dichiarano, hanno già conosciuto  Starbucks in viaggi all’estero in Spagna o in Gran Bretagna. L’immagine di tutti questi giovani in fila davanti ai locali sembra ricordare i tempi del comunismo quando nei negozi mancava tutto, anche dei beni di prima importanza. Oggi invece i ragazzi attendono pazientemente il loro turno per potersi accaparrare una tazza con il famoso logo Starbucks.

Molto interessante la valutazione dal  punto di vista sensoriale che i giovani danno dei prodotti di Starbucks messi a confronto con quelli di Coffee Heaven, la catena polacca numero uno nel paese che, lanciata nel 2000, conta oggi in tutto 86 locali localizzati sia in Polonia che in altri paesi dell’Europa Centrale.

I ragazzi intervistati dichiarano di preferire Starbucks rispetto a Coffee Heaven perché è “migliore, meno adulterato, più genuino, si sente più caffè nel caffè”. E’ inoltre molto apprezzato dai giovani il fatto di poter prendere il caffe in una tazza di porcellana e  non di carta, come succede in molti locali di Coffee Heaven, perché ciò fa sentire i consumatori più a loro agio, più a casa loro.

Un aspetto fondamentale da tener presente per capire la preferenza verso Starbucks da parte dei giovani riguarda la loro abitudine ad accompagnare il caffè con 30 o addirittura 40 cl di latte. Starbuks dà la possibilità di scegliersi il tipo di latte da aggiungere: a partire da quello scremato per finire con quello di soia. Questa offerta così ampia è valutata molto positivamente dei ragazzi che amano accompagnare la loro bevanda preferita oltre che col latte anche con lo sciroppo, sopratutto quello di caramello.

E l’espresso? Dichiarano di berlo soltanto quando c’e tanto bisogno di non addormentarsi, solo nei momenti speciali… Molto più volentieri prendono il caffè con il gelato e specialmente il caffè lungo, americano. Insomma ai giovani polacchi piace il caffè con tanto latte e sciroppo, un caffè lanciato da Coffee Heaven negli ultimi anni, ma che ora potrebbe risentire della concorrenza di Starbucks.

* Elisabetta Wierzchowska è biologa, grande appassionata dell’Italia e del suo stile di vita. Nel 1996 con il marito apre  un locale. Nel 2006 inizia a importare e a distribuire caffè italiano, con l’obiettivo di divulgare la cultura del nostro paese in Polonia. E’ inoltre assaggiatrice dell’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè, Espresso Italiano Specialist e panel leader di analisi sensoriale.

Leggi anche:

Scrivi un commento