Espresso? Quando l’estate si fa calda, il caffè si raffredda. Le ricette dei professionisti per un buon espresso d’estate

2 agosto 2019

 È impossibile rinunciare all’amata tazzina di espresso italiano e anche quando l’estate si fa calda, gli italiani sanno come valorizzare il caffè con bevande appaganti e rinfrescanti. Non si perde occasione infatti per un buon espresso e quando la colonnina di mercurio sale, sulle spiagge e nelle piazze compaiono prodotti invitanti a base di caffè e soprattutto di espresso. I golosi accaldati sorseggiano i tradizionalissimi “caffè freddo” e “in ghiaccio”, in purezza o con aggiunta di crema zuccherata e ben “montata”, granite al caffè da assaporare con e senza panna e tante altre prelibatezze dagli aromi tostati, come sorbetti, ghiaccioli, creme e gelati.

Ma come assaporare al meglio l’espresso italiano in estate sotto l’ombrellone, nei bar e nei locali della spiaggia e delle città?

Per l’Istituto Nazionale Espresso Italiano (Inei) lo spiega oggi  Vasco Salvadori per Jolly Caffè (azienda socia Istituto Nazionale Espresso Italiano), con la sua ricetta per questa calda calda estate.

 

Long Drink Estivo al Caffè

Ingredienti: un espresso miscela Jolly Caffè, liquore Frangelico, fetta di zenzero fresco grattugiata o pestata, germoglio di menta per decorazione, bottiglietta di Tonica.

Preparazione:

  • 2 cl di liquore Frangelico;
  • 1 fetta di zenzero fresco grattugiata o pestata;
  • 1 germoglio di menta per decorazione;
  • 1 bottiglietta di Tonica; 
  • aggiungere alla fine un espresso con miscela Jolly Caffè.
    Si può abbinare bene a dolci o frutta. 

Leggi anche:

Espresso? Quando l’estate si fa calda, il caffè si raffredda. Le ricette dei professionisti per un buon espresso d’estate

2 agosto 2019

 È impossibile rinunciare all’amata tazzina di espresso italiano e anche quando l’estate si fa calda, gli italiani sanno come valorizzare il caffè con bevande appaganti e rinfrescanti. Non si perde occasione infatti per un buon espresso e quando la colonnina di mercurio sale, sulle spiagge e nelle piazze compaiono prodotti invitanti a base di caffè e soprattutto di espresso. I golosi accaldati sorseggiano i tradizionalissimi “caffè freddo” e “in ghiaccio”, in purezza o con aggiunta di crema zuccherata e ben “montata”, granite al caffè da assaporare con e senza panna e tante altre prelibatezze dagli aromi tostati, come sorbetti, ghiaccioli, creme e gelati.

Ma come assaporare al meglio l’espresso italiano in estate sotto l’ombrellone, nei bar e nei locali della spiaggia e delle città?

Per l’Istituto Nazionale Espresso Italiano (Inei) lo spiega oggi Laboratorio dell’Espresso di Filicori Zecchini (azienda socia Istituto Nazionale Espresso Italiano), con la sua ricetta per questa calda calda estate.

Espresso Americano

Ingredienti: bitter Campari, vermut rosso Carpano antica formula, un espresso, splash di soda water, cubetti di ghiaccio.

Servire in bodega medio.

Preparazione:

  • Preparate il caffè espresso e lasciatelo raffreddare;
  • Riempite il bicchiere con i cubetti di ghiaccio, aggiungete 30 mL di bitter e 30 mL di vermut e mescolate;
  • Aggiungete lespresso, ormai raffreddato, mescolate, e per ultima aggiungete la soda.

 

Leggi anche:

Espresso? Quando l’estate si fa calda, il caffè si raffredda. Le ricette dei professionisti per un buon espresso d’estate

2 agosto 2019

 È impossibile rinunciare all’amata tazzina di espresso italiano e anche quando l’estate si fa calda, gli italiani sanno come valorizzare il caffè con bevande appaganti e rinfrescanti. Non si perde occasione infatti per un buon espresso e quando la colonnina di mercurio sale, sulle spiagge e nelle piazze compaiono prodotti invitanti a base di caffè e soprattutto di espresso. I golosi accaldati sorseggiano i tradizionalissimi “caffè freddo” e “in ghiaccio”, in purezza o con aggiunta di crema zuccherata e ben “montata”, granite al caffè da assaporare con e senza panna e tante altre prelibatezze dagli aromi tostati, come sorbetti, ghiaccioli, creme e gelati.

Ma come assaporare al meglio l’espresso italiano in estate sotto l’ombrellone, nei bar e nei locali della spiaggia e delle città?

Per l’Istituto Nazionale Espresso Italiano (Inei) lo spiega oggi Andrea Pinturi di Caffè Milani (azienda socia Istituto Nazionale Espresso Italiano), con la sua ricetta per questa calda calda estate.

Fra’ Momo

Ingredienti: un espresso doppio Miscela Action Espresso Bio, zucchero di canna liquido, 2 bacche di cardamomo essiccato, sciroppo alla menta, latte scremato 0,1% di grassi

Preparazione:

  • Mettete nel bicchiere del mixer 8 cubetti di ghiaccio, a cui aggiungere un caffè doppio e 1 cL di latte, insieme a due semi contenuti all’interno delle bacche di cardamomo;
  • Accendete il mixer fino a ottenere una vera e propria crema;
  • Versate in un bicchiere da long drink, dove precedentemente è stato messo lo sciroppo di menta (2 cL), e guarnite con alcuni semi di cardamomo.

Leggi anche:

Espresso? Quando l’estate si fa calda, il caffè si raffredda. Le ricette dei professionisti per un buon espresso d’estate

2 agosto 2019

 È impossibile rinunciare all’amata tazzina di espresso italiano e anche quando l’estate si fa calda, gli italiani sanno come valorizzare il caffè con bevande appaganti e rinfrescanti. Non si perde occasione infatti per un buon espresso e quando la colonnina di mercurio sale, sulle spiagge e nelle piazze compaiono prodotti invitanti a base di caffè e soprattutto di espresso. I golosi accaldati sorseggiano i tradizionalissimi “caffè freddo” e “in ghiaccio”, in purezza o con aggiunta di crema zuccherata e ben “montata”, granite al caffè da assaporare con e senza panna e tante altre prelibatezze dagli aromi tostati, come sorbetti, ghiaccioli, creme e gelati.

Ma come assaporare al meglio l’espresso italiano in estate sotto l’ombrellone, nei bar e nei locali della spiaggia e delle città?

Per l’Istituto Nazionale Espresso Italiano (Inei) lo spiega oggi Vito Campanelli di Essse Caffè (azienda socia Istituto Nazionale Espresso Italiano), con la sua ricetta per questa calda calda estate.

 Caffè Soffiato

Ingredienti: un espresso Selezione Masini, ghiaccio cristallino, sciroppo di latte di Mandorla Salentina.

Preparazione:

  • Inserite abbondante ghiaccio a cubetti in un bicchiere Tumbler alto;
  • Estraete un espresso con selezione Masini;
  • Versate 5 grammi di sciroppo nel bicchiere;
  • Posizionate la lancia del vapore perfettamente pulita sul fondo del bicchiere; 
  • Inserite l’espresso;
  • Soffiate immediatamente con la lancia per soli 3 secondi sfilando il bicchiere. Il contenuto si monterà all’istante.

L’operazione dovrà essere molto veloce onde evitare di sciogliere il ghiaccio e annacquare il caffè;

  • Servite liscio o con aggiunta di panna montata, o con latte 0 grassi montato a freddo.

 

Leggi anche:

Espresso? Quando l’estate si fa calda, il caffè si raffredda. Le ricette dei professionisti per un buon espresso d’estate

2 agosto 2019

 È impossibile rinunciare all’amata tazzina di espresso italiano e anche quando l’estate si fa calda, gli italiani sanno come valorizzare il caffè con bevande appaganti e rinfrescanti. Non si perde occasione infatti per un buon espresso e quando la colonnina di mercurio sale, sulle spiagge e nelle piazze compaiono prodotti invitanti a base di caffè e soprattutto di espresso. I golosi accaldati sorseggiano i tradizionalissimi “caffè freddo” e “in ghiaccio”, in purezza o con aggiunta di crema zuccherata e ben “montata”, granite al caffè da assaporare con e senza panna e tante altre prelibatezze dagli aromi tostati, come sorbetti, ghiaccioli, creme e gelati.

Ma come assaporare al meglio l’espresso italiano in estate sotto l’ombrellone, nei bar e nei locali della spiaggia e delle città?

Per l’Istituto Nazionale Espresso Italiano (Inei) lo spiega oggi Marco Cini di Mokador (azienda socia Istituto Nazionale Espresso Italiano), con la sua ricetta per questa calda calda estate.

Coffee ReFresh-Mint

Proposta di Marco Cini per Mokador (azienda socia Istituto Nazionale Espresso Italiano).

Ingredienti: sciroppo di menta, espresso, ghiaccio, cioccolato liquido fondente, foglie di menta, latte magro, sciroppo di menta.

Servire in coppa Martini.

Preparazione:

  • Inserite nel fondo della coppa Martini 20 mL di sciroppo di menta;
  • Producete un espresso (25ml) Gran Miscela Mokador estratto all’interno di una tazza capiente contenente cubetti di ghiaccio per raffreddarlo all’istante;
  • Utilizzando un passino (strainer) colate il caffè in un recipiente contenente 25 mL di cioccolato liquido fondente freddo. Mescolate i due ingredienti fino a raggiungere un prodotto uniforme e adagiate delicatamente sopra la base di menta precedentemente versata nella coppa;
  • Continuate a stratificare aggiungendo 100 mL di latte magro e 25 mL di sciroppo di menta montati a freddo con un mixer;
  • Decorate con foglie di menta.

Leggi anche:

Rivivi le semifinali e la finale di Espresso Italiano Champion 2019 UK in un video

22 luglio 2019

Rivivete con noi le semifinali e la finale di Espresso Italiano Champion 2019 UK svolte a Londra con Caffè Latino a Fora.

Vi aspettiamo a ottobre a Host con la fase finale internazionale della gara baristi organizzata dall’Istituto Nazionale Espresso Italiano (Inei).

Guarda il video qui.

Leggi anche:

Rivivi le semifinali e la finale italiane di Espresso Italiano Champion 2019 in un video

18 luglio 2019

Rivivete con noi le semifinali e la finale italiane di Espresso Italiano Champion 2019 ospitate da Mumac Academy per incoronare il re italiano dell’espresso e del cappuccino.

Vi aspettiamo a ottobre a Host con la fase finale internazionale della gara baristi organizzata dall’Istituto Nazionale Espresso Italiano (Inei).

Guarda qui il video della gara.

 

Leggi anche:

Carta e plastica per l’espresso?

17 luglio 2019

Usanza molto diffusa nel mondo è quella di sorseggiare caffè in bicchieri di carta o di plastica, magari passeggiando nel centro della città o seduti in metropolitana, in uf­ficio, ma anche al bar. In Italia la tradizio­ne impone l’utilizzo della tazzina in por­cellana e difficilmente si incontreranno locali pubblici che servano normalmente caffè, specie espresso, in supporti usa e getta. Capita però che sui treni o durante grandi eventi, feste, festival, competizioni sportive e persino durante le fiere di set­tore il servizio non sia più di tanto curato e quindi di trovarsi con un caffè offerto in carta o in plastica. Ma il profilo sensoriale e il piacere che ricaviamo assaggiando l’e­spresso varia e viene influenzato dall’uti­lizzo di questi bicchierini?

Com’è il percepito dello stesso caffè as­saggiato in diversi supporti misurato da giudici sensoriali? E com’è il profilo ana­logico affettivo dei bicchierini di carta e plastica e quello di tazzine in cerami­ca? Per rispondere a queste domande abbiamo eseguito due test comparativi ad alta utilità informativa appartenenti alla classe Big Sensory Test, per la pre­cisione il tipo Avanzato, per misurare le caratteristiche percepite del caffè e il tipo Analogico-affettivo per descrivere quattro esemplari degli utensili utilizzati: la taz­zina dell’Assaggiatore Iiac (che di seguito chiameremo tecnica), la tazzina Giacinto di Clubhouse, un bicchierino di plastica e uno di carta.

Tratto da L’Assaggio 66 estate 2019.

Leggi i risultati della ricerca nell’articolo completo qui.

Leggi anche:

Una tazzina al giorno in tutto il mondo

17 luglio 2019

Tutti nel mondo prima di andare a lavoro berranno il proprio espresso quotidiano, una tazza ricca di aromi che sa sempre stupire: lo spiega a Mixer Marzio Melchionda, Export Director di Essse Caffè, azienda socia dell’Istituto Nazionale Espresso Italiano (Inei).

Leggi qui l’articolo pubblicato su Mixer.

Leggi anche:

Filicori Zecchini e Faema insieme per il concorso “100 anni di qualità”

11 luglio 2019

Filicori Zecchini, torrefazione socia dell’Istituto Nazionale Espresso Italiano (Inei), celebra un secolo di attività con il concorso 100 anni di qualità Filicori Zecchini, la gara tra baristi che premia il professionista del brand bolognese che serve la tazzina più buona ai propri clienti. In palio un viaggio per due persone in Brasile alla scoperta della piantagione che da decenni rifornisce la torrefazione con la sua pregiatissima Arabica.

Partner tecnico del concorso è Faema, brand di Gruppo Cimbali (azienda socia Inei), che mette a disposizione dei baristi durante le gare la sua macchina per espresso Faema E71 e i macindosatori Faema MC99 e Faema Groundbreaker. Ma non solo, lo storico marchio ospiterà la tappa milanese del campionato presso il Flagship Faema Art&Caffeine in via Vincenzo Forcella 7 il giorno 18 luglio dalle ore 8:30 alle ore 18:00. Collaborazione che si rinnoverà anche a Roma presso la filiale di Gruppo Cimbali il giorno mercoledì 11 settembre in via Cornelia 498. L’appuntamento per il grande finale è a Bologna il 25 ottobre, con la nomina del vincitore assoluto Filicori Zecchini.

Leggi anche: