La Genovese tra le aziende italiane leader dell’export

19 Gennaio 2022

Campioni dell’Export 2022, selezione realizzata da Sole 24 Ore e Statista, è l’elenco delle 200 realtà produttive italiane che si sono distinte per performance nell’export. Tra queste aziende è presente anche La Genovese, storica torrefazione ligure, che si è piazzata al 177 posto della classifica nazionale, tredicesima nel settore alimentare, una delle sette aziende liguri presenti in classifica.
 
“Per noi è stata una vera sorpresa ritrovarci tra le 200 aziende con il maggior tasso di export – ha commentato Alessandro Borea, AD dell’azienda. È un riconoscimento inaspettato che ci rende molto orgogliosi, considerando soprattutto la situazione degli ultimi due anni che è stata tutt’altro che semplice, soprattutto per le aziende del nostro settore, con la chiusura per tempi prolungati di bar, caffetterie e ristoranti in quasi tutta Europa così come nel resto del mondo.”
 
“Questo riconoscimento è il premio di un lavoro lungo, che prosegue da quasi trent’anni
– racconta Matteo Borea responsabile export La Genovese – che ha orientato le nostre strategie verso l’export. Tradizione, qualità e capacità di innovazione del prodotto sono le parole chiave del nostro successo. In azienda non ci limitiamo a selezionare i migliori caffè da ogni parte del mondo, ma studiamo e viaggiamo per visitare altri paesi con una diversa cultura per il caffè.”
 
“Crediamo che la qualità del nostro caffè non si debba più riconoscere solo dall’aroma e dal gusto, ma anche dalla cura che mettiamo per renderlo sempre più equo e sostenibile
– continua Alessandro Borea. Per questo scegliamo pack, cialde e capsule compostabili o riciclabili, e arricchiamo la nostra selezione di caffè tra quelli provenienti da agricoltura sostenibile e biologica.
Scelte che forse all’estero sono state comprese meglio e si sono rivelate premianti permettendoci di imporci anche sul mercato estero, che ha raggiunto nel 2020 il 44% del nostro fatturato.”

 
La classifica dei Campioni dell’export 2022, è una iniziativa realizzata da Il Sole 24 Ore in collaborazione con Statista, società internazionale di ricerca e analisi. Per questa prima edizione, sono state analizzate oltre 9.000 imprese con l’obiettivo di individuare le principali aziende esportatrici italiane nel 2020 e premiare le aziende italiane con le performance positive in diversi settori industriali.

Leggi anche:

Iiac Partner: Caffen

19 Gennaio 2022

La torrefazione delle sfide, a cominciare dal nome: Caffen è l’acronimo di caffè napoletano. Tutto comincia nel 1955 quando Luigi Percuoco fonda a Napoli, nei Quartieri Spagnoli, una piccola torrefazione. L’espresso, come lo intendiamo noi ora, quello con la crema, era nato pochi anni prima, grazie al perfezionamento delle macchine e alla bravura dei torrefattori di unire caffè diversi capaci di resistere alla pressione. E a Napoli c’è la macchina a leva che supera di molto i canonici nove bar di pressione. Non solo, a Napoli la tazza di espresso è scura, corta e sciropposa, tanto che non sono pochi a dire che non possa essere di pura Arabica. Nel corso degli anni Caffen vince anche questa sfida: la Maxima, quella certificata dall’Istituto Espresso Italiano che sta portando la tradizione napoletana nel mondo, vive di sola specie Arabica. Ma non è un caso, è sul donare piacere che vive Caffen, basti pensare che al primo International Coffee Tasting, nel 2006, portò a casa tre medagli d’oro. E il podio olimpico le arrise anche in Asia nel 2016 al medesimo concorso. Tra le tante tappe che l’hanno portata all’attuale moderno stabilimento di produzione e a esportare in mezzo mondo, vogliamo ricordare il suo ingresso nell’Istituto Nazionale Espresso Italiano nel 2007 e la fondazione della Caffen Academy (qualificata Iiac Academy) nel 2019.

Leggi anche:

Dersut per la sostenibilità a 360°

13 Gennaio 2022
La storica torrefazione coneglianese, Dersut Caffè Spa, fondata nel dopoguerra dalla famiglia Caballini di Sassoferrato, dedita incessantemente, grazie alla costante passione per il caffè, alla ricerca della qualità del prodotto, dell’intero processo produttivo e dell’organizzazione aziendale, si è contraddistinta negli anni anche per la sempre crescente sensibilità verso le iniziative ambientali e sociali in favore della sostenibilità  d’impresa, perché la qualità vera coinvolge il contesto, le persone e l’ambiente in cui si vive.
L’azienda è lieta e onorata di presentare un recentissimo progetto in tema di sostenibilità grazie alla preziosa collaborazione con lo storico Lanificio Bottoli di Vittorio Veneto che dal 1861 produce tessuti per abbigliamento di alta qualità e da anni è attento, con successo, al tema ecologico mediante la produzione di una linea di tessuti naturali senza tinture chimiche.
Nel segno della salubrità e del risparmio energetico è nata un’armonica collaborazione tra queste due consolidate realtà imprenditoriali del territorio volta a tramutare i fondi di caffè in valore aggiunto grazie al loro utilizzo per la tintura di pregiati manufatti tessili che saranno presentati per la prossima stagione primavera/estate 2023.
Dersut ha così avviato il riciclo dei fondi di caffè ritirati presso alcuni dei 4 mila clienti, comprese un centinaio di Caffetterie a marchio, distribuiti principalmente nel Triveneto, con una recente espansione in Piemonte e una presenza, sempre più significativa, su alcuni importanti mercati esteri europei e non solo, essendo, di recente, approdata anche nei mercati degli Emirati Arabi, del Messico e della Repubblica Dominicana.
I fondi di caffè vengono riutilizzati grazie ad una tecnica innovativa messa a punto dal Lanificio Bottoli, proponendo tessuti naturali realizzati con l’intreccio di canapa e juta con pregiati fili di seta tinti con i fondi.
Dersut, che da anni fa parte del Gruppo di Sostenibilità di Assindustria Venetocentro, lusingata ed orgogliosa per quest’ultimo progetto che l’ha vista protagonista insieme all’azienda vittoriese leader nella produzione di tessuti, tiene a ricordare ulteriori, tra le più recenti, iniziative intraprese sempre in ambito di sostenibilità:
  • adesione al progetto Ricrearti-Dersut Reuse con l’ottenimento nel 2020 del CSR (Corporate Social Responsibility) dallo Sportello CSR e Ambiente della Camera di Commercio di Treviso e Belluno, conferito per l’attività socialmente utile che ha visto fondere l’aspetto ambientale per il riutilizzo dei materiali e sociale per il coinvolgimento di due associazioni del territorio che operano con persone svantaggiate (Associazione il Pesco e Associazione Piccola Comunità);
  • adesione al progetto Welfarecare, con il sostegno alla prevenzione attraverso mammografie ed ecografie gratuite per le donne tra i 35 e i 49 anni, non coperte dal servizio sanitario nazionale;
  • adesione al progetto per la mobilità garantita ad anziani e persone con disabilità realizzato pensato per agevolare lo spostamento ed il trasporto nei punti di cura;
  • adesione al progetto TOO GOOD TO GO, con l’obiettivo di abbattere lo spreco alimentare, creando delle box con prodotti alimentari deperibili a costi più accessibili;
  • adesione al progetto portamozziconi salvambiente realizzati con le confezioni vuote di caffè, recentemente presentato al Governatore Luca Zaia.

Leggi anche:

Costadoro partner ufficiale del “Pecco Fan Club”

13 Gennaio 2022
 
Caffè Costadoro sarà partner ufficiale del Pecco Fan Club nella prossima stagione MotoGP, per supportare il giovane campione Francesco Bagnaia nella corsa per il titolo mondiale.
 
Francesco Bagnaia non è soltanto un talentuoso pilota Italiano, ma anche un orgoglio ed un’eccellenza del nostro territorio.
Nato a Torino, "Pecco” è oggi il pilota di punta del team ufficiale Ducati; dopo essersi laureato vice campione del mondo nella scorsa stagione, siamo sicuri si stia preparando per essere protagonista assoluto anche quest’anno.
 
La MotoGp è la massima categoria di moto da corsa su circuito e nonostante la storia di questo sport sia legata al tema “motori e velocità", negli ultimi anni il campionato ha saputo fare enormi passi avanti in termini di sicurezza e oggi anche loro (come in Costadoro) hanno un occhio puntato verso un futuro sostenibile.
 
Il loro obiettivo è infatti quello di assumere già dal 2024, benzine di origine non fossile almeno per il 40%, approdando nel 2027 con l’utilizzo di carburanti al 100% di origine non fossile.

Leggi anche:

Il caffè come il vino: perseverare è diabolico

11 Gennaio 2022
 
Il caffè è come il vino solo nel sogno di chi ci vorrebbe la stessa poesia. Questa è la sola cosa che ci accomuna con costoro, perché per il resto, non di rado, le loro considerazioni ci fanno un po’ inorridire e in qualche modo dimostrano che, se non studiano e continuano a vivere di pressappochismo e di leggende metropolitane, quel sogno non si raggiungerà mai.
Partiamo dall’inizio: vero è che sia il caffè, sia il vino, sono di origine agricola. Come, per ora, quasi tutti gli alimenti. Diciamo quasi, perché con la moltiplicazione cellulare in laboratorio le cose potrebbero cambiare, ma noi non le vivremo, spero.
Quindi alla base c’è un terroir, con i suoi fattori pedoclimatici, colturali e culturali. Ma finisce qui.
Il caffè è una drupa, l’uva (dalla quale si fa ancora il vino), una bacca. Del caffè si usano i semi, dell’uva la polpa, i semi nella produzione del vino sono, prima o poi allontanati. La fermentazione del caffè, qualunque sia, avviene a pH decisamente più alti; quindi, le specie di microrganismi che operano sono abissalmente diverse da quelle del vino. Il caffè viene tostato, il vino no.
E su quest’ultima fase di processo si è creata un’altra bufala: il caffè ha il doppio degli aromi rispetto al vino, 800 contro 300, che a ben vedere è già un errore aritmetico. In realtà la questione sta in termini ben diversi. Se questo calcolo è eseguito sulla base dell’analisi strumentale siamo ben lontani dai risultati raggiunti oggi: oltre 1500 molecole per entrambi i prodotti. Ma in futuro potranno salire ancora, perché è solo questione di sensibilità degli strumenti. Dipende quindi la fonte dalla quale attinge lo scrittore il fatto di trovarsi con qualche centinaio o qualche migliaio di molecole volatili. Questo comunque non significa che siano olfattivamente attive, perché alcune non arrivano ai recettori e altre non sono in grado di produrre segnali. In ogni caso rileviamo un altro errore concettuale: l’informazione olfattiva non dipende solo dal numero e dalla quantità di molecole, ma anche dai rapporti che generano tra loro. Un po’ come le lettere dell’alfabeto: pazzo e pozza contengono le stesse lettere, ma il significato è decisamente diverso.

Leggi anche:

Dalla Corte entra a far parte dell’istituto Espresso Italiano (IEI)

11 Gennaio 2022

Continua la crescita dell’Istituto Espresso Italiano (IEI) grazie all’ingresso di una nuova azienda, la Dalla Corte di Milano che ha scelto IEI per supportare ancora con maggiore forza la propria missione. Un’altra importante realtà ha quindi aderito a IEI che da ormai diversi anni aggrega quasi quaranta aziende in rappresentanza di tutta la filiera dell’espresso. 

«Lo sviluppo di IEI passa dall’aggregazione di realtà con prodotti raffinati e tecnologicamente avanzati, aziende che investono una parte rilevante delle proprie risorse intellettuali e finanziarie nello sviluppo di nuovi modelli e concetti – ha dichiarato Carlo Odello, direttore generale IEI – Dalla Corte è espressione proprio di queste caratteristiche e il suo ingresso in IEI aggiunge ulteriore valore al nostro progetto, permettendoci di ampliare il parco di attrezzature di alta gamma a favore dell’espresso di qualità».
 
«Sono orgoglioso di intraprendere questo percorso con IEI, una collaborazione che porterà sicuramente benefici e vantaggi ad ambo le parti. Come noi, IEI intraprende una politica di qualità, passione ed eccellenza, un modus operandi che attuiamo nel lavoro di tutti i giorni. Sono sicuro faremo grandi cose insieme, a partire dal 2022, un anno che ci auguriamo possa essere positivo per il nostro settore». Così Paolo Dalla Corte, presidente dell’azienda, ha commentato l’adesione a IEI.
 
Dalla Corte
Fondata nel 2001, Dalla Corte è un’azienda internazionale produttrice di macchine per caffè espresso semi-automatiche e di grinder on demand, la cui sede è situata poco fuori Milano. Tutte le macchine per espresso sono Made in Italy, realizzate utilizzando materiali di alta qualità. Dalla Corte ha creato Evolution nel 2001, la prima macchina per espresso con la tecnologia multi-boiler. Da allora, la tecnologia multi-boiler è la base di tutte le macchine in produzione. La combinazione di core technology e DC system (MCS – OCS – GCS) rende le macchine Dalla Corte ideali per caffetterie e catene, garantendo ripetibilità, costanza e un risultato sempre perfetto estrazione dopo estrazione, anche nei momenti di punta o di turnover elevato. Dal lancio del multi-boiler, alla Zero di oggi, Dalla Corte ha investito molto in ricerca, innovazione e tecnologia.
 

Leggi anche:

Lavazza Training Center

4 Gennaio 2022
 
Lavazza Training Center nasce a Torino nel 1989 e oggi ha 56 sedi in tutto il mondo. Oltre trent’anni dedicati alla formazione, alla diffusione della cultura del caffè e alla promozione della Coffee Experience Lavazza nel mondo. La mission è diffondere la cultura del caffè e dell’espresso in tutto il mondo. La vision è diventare il punto di riferimento per gli specialisti del settore. Il Training Center Lavazza rappresenta oggi uno tra i più grandi network didattici indipendenti di alto profilo in materia di caffè. Nel rispetto della tradizione, ma con una vocazione innovativa, la company academy Lavazza cambia modello passando all’edutainment. Imparare non è mai stato così entusiasmante. Infatti combinando la tecnologia della VR e AR con i contenuti educativi in materia di caffè si aprono degli scenari affascinanti soprattutto agli occhi dei più giovani.
 
In video la relazione di Alessandro Cocco, manager di Italy Training Center Lavazza, al workshop dei Narratori del gusto Academy: territori, imprese e case del sapere.

Leggi anche:

Coffeexperts: ce l’hai già?

29 Dicembre 2021
 
Per fare un grande libro occorre tanta sostanza: ricerca, conoscenza o … O avere riunito per anni i maggiori esperti del settore facendoli parlare su temi inerenti alle loro competenze. È il caso dei Bazzara che a Trieste hanno eretto un tempio al caffè realizzando workshop partecipati dalle maggiori competenze del settore. Ma non hanno fatto solo questo: hanno raccolto le relazioni e le immagini inerenti, hanno definito un progetto grafico di grande eleganza e hanno eseguito un prodotto editoriale unico al mondo. Di quasi 700 pagine. Già, solo da questo punto di vista si potrebbe parlare di un prodotto di spessore, percezione confermata quando si entra dentro e si comincia a leggere. Si fa presto a convincersi che, una simile opera editoriale, sarà di grande d’utilità per quanti con il caffè hanno un rapporto professionale o passionale e che, comunque, costituirà sicuramente una testimonianza del nostro tempo.
 
Autore: Andrea Bazzara, Marco Bazzara
Editore: Bazzara CoffeeBooks
Formato: 18,5×23 cm
Pagine: 696

Leggi anche:

Iiac Partner: Torrefazione Caffè Excelsior

22 Dicembre 2021
 
 
Il Piemonte non è solo terra di grandi vini, ma anche di grandi caffè. E in questo c’è una base filosofica comune costituita, tra l’altro, dall’attenzione all’identità. Il detto “faccio del mio meglio”, che viene sovente espresso con la classica modestia piemontese, sta in realtà a sottendere una ricerca verso la completa espressione della propria creatività, in una tensione interiore verso la perfezione.
E questo è lo spirito con il quale Dario Trucco nel 1966 iniziò la sua attività di torrefattore, oggi proseguita dalle figlie Nicoletta e Roberta che operano all’unisono nel nuovissimo stabilimento di Busca (CN), un’opera che architettonicamente si ispira al futuro, ma che mantiene l’anima della tradizione che prosegue dalla scelta del caffè verde alla tostatura discontinua. E, come l’ambiente immutato da secoli si specchia nelle pareti dello stabilimento, così la qualità trova riscontro ed eco di risonanza nelle medaglie d’oro vinte dalle Miscele Excelsior all’International Coffee Tasting.
E, per comporre un’offerta che sia vincente per l’esercizio commerciale, Excelsior raggiunge i suoi clienti – caffè, bar, ristoranti – con il Sistema caffè, una proposta che, insieme alla fornitura di prodotto, comprende l’attrezzatura tecnica, dalla macchina espresso alle tazzine, e una suite di servizi, tra i quali corsi per formare operatori in grado di estrarre il meglio dal caffè e offrire un eccellente servizio al banco.

Leggi anche:

International Coffee Tasting: assegnate le ultime Gold Medal dell’edizione 2021, si accendono i motori per le Platinum Medal

14 Dicembre 2021
 
Si è tenuta dal 18 novembre al 3 dicembre presso Hub Coffee Lab l’ultima sessione di International Coffee Tasting 2021, il concorso dell’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè (Iiac). Data la numerosità dei campioni la sessione è stata gestita in più test sensoriali, assegnando come da regolamento le Gold Medal ai caffè che hanno superato gli 85 punti.
 
Dato il suo forte approccio tecnico, International Coffee Tasting è nel suo genere l’evento più rilevante del settore: nel 2021 sono stati valutati con metodo scientifico 327 caffè da 10 paesi, con il supporto scientifico del Centro Studi Assaggiatori e della società di consulenza Good Senses.
 
“La sessione finale dell’anno è sempre quella prediletta dalle aziende asiatiche e quindi abbiamo avuto un forte afflusso di caffè provenienti da Cina, Corea, Taiwan e Giappone – ha dichiarato Luigi Odello, presidente Iiac – Non sono comunque mancate le aziende europee e in particolar modo le italiane, in un confronto tra diverse interpretazioni della qualità che è sempre molto avvincente”.
 
“Anche in un anno così complesso International Coffee Tasting ha tenuto la scena, andando ad affermarsi sempre di più non solo come un concorso tra caffè, ma come un momento di verifica delle tendenze di vari mercati internazionali – ha continuato Odello – In un momento in cui il mercato del caffè verde vede un aumento importante dei prezzi, è sempre più premiata la capacità di tostare, e specialmente miscelare, per esaltare le caratteristiche delle origini che si acquistano”.
 
Il prossimo appuntamento di International Coffee Tasting è a fine gennaio quando si assegneranno le Platinum Medal. Sarà una sessione riservata esclusivamente ai prodotti nelle primissime posizioni della classifica delle Gold Medal. L’anno scorso il riconoscimento è stato assegnato solamente a cinque caffè, confermando International Coffee Tasting come il concorso più selettivo del settore.
 
Di seguito i vincitori della Golden Medal (in ordine alfabetico per nazionale e azienda) nelle specifiche categorie in cui hanno concorso nella sessione dal 18 novembre al 3 dicembre.
 
MISCELA ESPRESSO (CAT. E)
  • Italia, Camardo S.p.a. (Campobasso), 100% Arabica Bio
  • Italia, Camardo S.p.a. (Campobasso), 100% Arabica Master Baristi
  • Italia, La Genovese S.a.s. (Savona), Caffè Anniversario Metal Box
  • Italia, La Genovese S.a.s. (Savona), Caffè Juta Bio Rainforest Alliance
  • Italia, Marcandalli S.r.l. (Milano), Exclusive
  • Italia, Marcandalli S.r.l. (Milano), Nettare Degli Dei
  • Italia, Marcandalli S.r.l. (Milano), Pura Emozione 80% Arabica
  • Italia, Tecnobar S.a.s di Verdecchia F.&C. (Aquila), Vercaffè Tremila Top
  • Italia, Torrefazione Caffè Avana Di Turrini Roberto (Brescia), Crema Bar
  • Italia, Torrefazione Caffè Avana Di Turrini Roberto (Brescia)
  • Italia, Vidiz & Kessler S.r.l. (Trieste), Qubik Caffè Puro Arabica
  • Cina, Dong Guan Tsit Wing Food Co., Ltd, Leisure Mandarin Orange
  • Cina, Golden Field (Shanghai) International Trading Co., Ltd, Master Arabica
  • Cina, Golden Field (Shanghai) International Trading Co., Ltd, Les Comptoirs du Café
  • Cina, Hangzhou Kenko & Ting Foods Co., Ltd, Alpha
  • Cina, Hangzhou Kenko & Ting Foods Co., Ltd, Au Nom du Café
  • Cina, Hangzhou Kenko & Ting Foods Co., Ltd, Balance
  • Cina, Hangzhou Kenko & Ting Foods Co., Ltd, Best Roast
  • Cina, Hangzhou Kenko & Ting Foods Co., Ltd, Oh la-la Coffee
  • Cina, Hangzhou Kenko & Ting Foods Co., Ltd, Unique Arabica 100
  • Cina, Hangzhou Kenko & Ting Foods Co., Ltd, Unique Bean
  • Cina, Kunshan Gold Food Co., Ltd, Sweet World Blend
  • Cina, Kunshan Yizhen Coffee Co., Ltd, Parcafe Classic Blend
  • Cina, Luckin Coffee Group Co., Ltd, Impresso Espresso #A
  • Cina, Shan Dong Want Want Foods Co., Ltd, Bond Golden Blend
  • Cina, Shan Dong Want Want Foods Co., Ltd, Want Rich Blend
  • Cina, Shan Dong Want Want Foods Co., Ltd, Want Smooth Blend
  • Cina, Shanghai Beyond Industrial Co., Ltd, Colin Espresso Blend 03
  • Cina, Shanghai Beyond Industrial Co., Ltd, Colin Plus Espresso Blend 1900
  • Cina, Shanghai Lixing Technology Co., Ltd, Nowwa Intense Concentration #A
  • Cina, Shanghai Lixing Technology Co., Ltd, Nowwa Warmblood #A
  • Cina, Shanghai Zhaoyi Trading Co., Ltd, Autumn
  • Cina, Shengkailu (Harbin) Coffee Co., Ltd, Guixi Blend
  • Cina, Shengkailu (Harbin) Coffee Co., Ltd, Heshi Blend
  • Cina, Shengkailu (Harbin) Coffee Co., Ltd, Langdu Blend
  • Cina, Shengkailu (Harbin) Coffee Co., Ltd, Tifu Blend
  • Cina, Sober Hi (Beijing) Enterprise Management Co., Ltd, Sober Hi Blend No.2
  • Cina, Sober Hi (Beijing) Enterprise Management Co., Ltd, Sober Hi Blend No.5
  • Cina, Suzhou Qiaoxuan Food Co., Ltd, Blend No.2
  • Cina, Suzhou Qiaoxuan Food Co., Ltd, Blend No.8
  • Cina, Suzhou Kingmao Coffee Co.,Ltd, Colorful Fruit
  • Cina, Suzhou Kingmao Coffee Co., Ltd, Dark Arts
  • Cina, Suzhou Kingmao Coffee Co.,Ltd, Flower Talk
  • Cina, Tsit Wing Coffee Company Limited, SOF Coffee Bean (RFA)
  • Giappone, Life&Simons Co., Ltd, Simons Black
  • Giappone, Rostro, Avanti-Antonio
  • Giappone, Rostro, Zipangri, Giappone
  • Giappone, Rostro, #413, Giappone
  • Giappone, UCC Coffee Professional Co., Ltd, Largo Authentic Roast 900g Can
  • Giappone, UCC Coffee Professional Co., Ltd, Largo Cielo Blu 900g Can
  • Giappone, UCC Coffee Professional Co., Ltd, Largo Terra Rossa 900g Can
  • Spagna, Grupo Dromedario, S.A., Dromedario Artesania
  • Taiwan, Creation Food Co., Ltd, Almond Black Chocolate Blend
  • Taiwan, Creation Food Co., Ltd, Floral Orange Blend
  • Taiwan, Q Burger Group Co., Ltd, Q Burger Classic Blend
  • Taiwan, Q Burger Group Co., Ltd, Q Burger Signature Blend
  • Taiwan, Uni-President Enterprises Corp., TW258
  • Taiwan, Uni-President Enterprises Corp., TW365
  • Taiwan, Wei Chuan Foods Corporation, Bernachon Coffee (Espresso Tasting NO.442)
FILTRO (CAT. A)
  • Corea, Dmine, Colombia El Paraiso
  • Corea, The Skin Factory, Rose Bouquet
  • Corea, The Skin Factory, Serendipia

SINGOLA ORIGINE PER ESPRESSO (CAT. F)

  • Cina, Kunshan Yizhen Coffee Co., Ltd, Colombia SOE
  • Cina, Luckin Coffee Group Co., Ltd, Cup of Joy #A
  • Cina, Luckin Coffee Group Co., Ltd, Wide Awake #AA
  • Cina, Shanghai Epurus Internet Technologies Co., Ltd, Capsules
  • Cina, Shanghai Zhaoyi Trading Co., Ltd, Palette
  • Cina, Suzhou Kingmao Coffee Co.,Ltd, Amber
  • Cina, Suzhou Kingmao Coffee Co., Ltd, Canna
  • Corea, The Skin Factory, Classico
  • Spagna, Grupo Dromedario, S.A., Dromedario Colombia Nariño Tambo

Leggi anche: